sanzioni

La violazione delle norme sul distacco di lavoratori in Francia (Legge Macron) sarà ora ben cara. Il 1 ° marzo 2019 è entrata in vigore la legge 771/2018 la quale aumenta le sanzioni in cado di violazione delle norme sul distacco di lavoratori sul suolo francese.

Il governo transalpino ripropone la stessa misura adottata lo scorso anno, quando già si portarono le sanzioni da € 1.000 a € 2.000, in caso di recidiva da € 2.000 a € 4.000.

Ad oggi, con l’entrata in vigore della citata Legge 771/2018, l’importo delle sanzioni viene raddoppiato, quindi la mancata nomina in Francia di un rappresentante legale comporterà una sanzione di € 4.000, importo che sale a € 8.000 in caso di recidiva.

Le norme francesi in materia di distacco di lavoratori obbligano le società straniere che distaccano i lavoratori per effettuare trasporti internazionali con la Francia (origine o destinazione) nonché il trasporto di cabotaggio, a rispondere a precisi requisiti, come il pagamento di uno stipendio superiore a € 10,15 / ora per i lavoratori distaccati fintanto che rimangono in Francia.

Inoltre, le aziende devono designare un rappresentante legale in Francia, registrarsi nel SIPSI e compilare il corrispondente certificato di registrazione o “L’attestation de détachement”.

Se ancora non sei in linea con le disposizioni previste dalla Legge Macron chiamaci al 963504708 e noi ci occuperemo di tutto.

1 commento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.